L’inquinamento ambientale nel mondo della moda: perché serve una economia circolare

La moda è una delle industrie più inquinanti al mondo, responsabile di circa il 10% delle emissioni globali di gas serra, di un elevato consumo di acqua e di una produzione di rifiuti tessili che finiscono nelle discariche o negli inceneritori. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, ogni secondo viene bruciato o gettato via un camion di abiti, e solo il 1% dei vestiti viene riciclato in nuovi capi.

Questo modello di produzione e consumo, noto come fast fashion, è insostenibile per il pianeta e per le persone che lavorano nella filiera, spesso sfruttate e sottopagate.

Un interessante docuserie disponibile anche su youtube, Junk Armadi Pieni, ha documentato in modo perfetto quanto succede dietro le quinte del mondo della moda usa e getta.

Filati Eco-compatibili: il cashmere rigenerato

Per contrastare questa situazione, si sta diffondendo un movimento che promuove una moda più etica e sostenibile, basata sui principi dell’economia circolare. Si tratta dello slow fashion, che valorizza la qualità, la durata, l’estetica e la trasparenza dei prodotti, e che coinvolge gli artigiani locali e l’uso di materiali eco-compatibili.

Lo slow fashion si propone di ridurre gli sprechi, le emissioni e l’impatto ambientale della moda, e di fornire valore sia ai consumatori sia ai produttori.

Filati Naturali e Cashmere Rigenerato per una moda eco compatibile
Filati Naturali e Cashmere Rigenerato per una moda eco compatibile

Un esempio di slow fashion è il cashmere rigenerato, un filato ottenuto dalla rigenerazione delle fibre di vecchi capi o scarti di produzione di cashmere, una fibra naturale pregiata e calda, ma anche molto costosa e limitata.

Il cashmere rigenerato permette di recuperare e riutilizzare una materia prima di qualità, senza dover ricorrere a nuove tinture o trattamenti chimici, e con un risparmio di acqua, energia e anidride carbonica. Il cashmere rigenerato ha caratteristiche simili al cashmere vergine, ma con un prezzo più accessibile e una maggiore sostenibilità.

Slow Fashion Made in Italy: il caso Lanaioli

Un brand italiano che ha attivato una linea di prodotto interamente in cashmere rigenerato è Lanaioli, che propone capi di maglieria per uomo, donna ed accessori, realizzati con filati rigenerati di alta qualità e lavorati a mano in Italia.

Lanaioli offre una collezione di maglioni, cardigan, sciarpe, cappelli e accessori in cashmere rigenerato, con colori naturali e vivaci, e con un design semplice ed elegante.

Lanaioli è un esempio di come si possa coniugare la tradizione artigianale italiana con l’innovazione e la sostenibilità, creando prodotti di moda che durano nel tempo e che rispettano l’ambiente e le persone.

Non solo Filati Rigenerati: acquistare meno, acquistare meglio

Acquistare un capo in cashmere rigenerato significa fare una scelta consapevole e responsabile, che contribuisce a diminuire l’impatto ambientale della moda e a sostenere la filiera locale.

Ma anche se non si sceglie un capo in filato rigenerato, si può cominciare a cambiare il proprio modo di consumare la moda, seguendo i principi dello slow fashion.

Moda Sostenibile con lo Slow Fashion
Moda Sostenibile con lo Slow Fashion

Si tratta di comprare meglio e acquistare meno, preferendo capi di ottima qualità, come quelli proposti da Lanaioli, che si possono indossare per più stagioni e che si possono abbinare facilmente.

Si tratta anche di curare e riparare i propri vestiti, di donarli o scambiarli quando non li si usa più, e di riciclarli quando sono troppo usurati. Si tratta, infine, di apprezzare la bellezza e il valore di ogni capo, e di esprimere il proprio stile con consapevolezza e creatività.

Articoli correlati

proprietà della lana

Le proprietà della lana

Quali sono le proprietà della lana? Le proprietà della lana sono eccezionali, ma prima di descriverle scopriamo che cos’è e da dove proviene la lana. La lana…

fast fashion

Fast Fashion: cosa significa?

Cosa significa Fast Fashion? Il termine “fast fashion” letteralmente significa “moda veloce”. La “moda veloce” ha invaso il mondo dell’industria tessile, rappresentando un fenomeno che va oltre…

Slow fashion

Slow fashion: cosa significa?

Cosa significa slow fashion? Oggi si sente molto parlare di slow fashion, ma cosa significa? La moda sostenibile, o “slow fashion” in italiano, è un approccio alla…

capra cashmere

Cashmere e sostenibilit

Cashmere e Sostenibilità: un binomio possibile per un futuro con stile ed eco-friendly? Il cashmere può essere accoppiato alla parola sostenibilità? Secondo noi sì. Scopriamo come. Il…

Acquisto digitale

La digitalizzazione nel settore della maglieria

Come la digitalizzazione ha cambiato il settore della maglieria Negli ultimi decenni, il mondo digitale ha portato dei cambiamenti significativi nei processi di produzione e nelle strategie…

Guardaroba circolare

Come creare un guardaroba circolare

Guardaroba circolare? Cosa significa e perché è importante Perchè e come creare un guardarobe circolare? Il settore della moda è attualmente orientato a produrre un numero sempre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *