Le proprietà della lana

Quali sono le proprietà della lana?

Le proprietà della lana sono eccezionali, ma prima di descriverle scopriamo che cos’è e da dove proviene la lana. La lana è una fibra naturale ottenuta dai velli di vari animali, tra cui pecore, capre, conigli, camelidi e altri.

Come descritto nell’articolo di IdeeGreen, quando la lana è estratta direttamente dall’animale, è chiamata “lana vergine“. Se estratta dopo la macellazione dell’animale, è chiamata “lana conciata“. L’industria spesso riutilizza anche scarti di produzione per ottenere “lana rigenerata” tramite un processo noto come ciclo rigenerato. Una volta pulita e sgrassata, la lana, può assumere varie tonalità, inclusi colori avorio, bianco, nero o marrone.

La lana è una fibra naturale

La lana è una fibra naturale poiché proviene da essere viventi (es. pecore, conigli…), sui quali cresce spontaneamente con uno scopo ben definito (es. protezione dal freddo…).

Le fibre di lana variano in lunghezza da 40 mm a 350 mm e in diametro da 16 μm a oltre 50 µm.

Al microscopio, le fibre di lana mostrano diverse zone, dall’esterno verso l’interno:

  • la cuticola (composta da esocuticola ed endocuticola);
  • un elastico strato protettivo chiamato elasticum,
  • il cortex (o cortice) composto da cellule fibrose unite da tessuto connettivo;
  • un canale midollare o cavità porosa, meno evidente nelle fibre più sottili.

La struttura a squame della cuticola conferisce alla lana la sua lucentezza. Essa è principalmente costituita da cheratina, una sostanza proteica, e ha proprietà come morbidezza, elasticità, assorbenza dell’umidità e isolamento termico.

proprietà della lana
Lana: fibra naturale

Le proprietà della lana

Le proprietà della lana sono eccezionali:

  • assorbenza dell’umidit: la lana ha la capacità di assorbire e rilasciare l’umidità dall’ambiente circostante, contribuendo così a mantenere una sensazione di asciutto e comfort;
  • resistenza alle muffe e ai batteri: Grazie alle sue proprietà naturali, la lana è resistente alla formazione di muffe e al proliferare dei batteri, evitando l’insorgenza di cattivi odori;
  • isolamento termico: la lana ha un’elevata capacità di trattenere il calore corporeo, rendendola un materiale ideale per indumenti e tessuti che offrono isolamento termico in condizioni di freddo;
  • termoregolazione e traspirabilità: la lana ha la capacità di regolare la temperatura corporea mantenendo il corpo caldo in inverno e fresco quando fa caldo. Per questo motivo molto spesso la lana viene utilizzata anche per la produzione di capi di maglieria estivi come la polo del brand Lanaioli, realizzata con lana merino extrafine;
  • bassa tenacità, buon allungamento: sebbene la lana abbia una bassa tenacità, ha un buon allungamento, il che significa che può adattarsi bene ai movimenti del corpo senza rompersi facilmente;
  • resistenza alle fiamme: la lana è relativamente resistente alle fiamme e ha la capacità di autoestinguersi una volta allontanata la fonte di calore;
  • sostenibilità ambientale: la lana essendo una fibra naturale non contiene microplastiche, al contrario delle fibre sintetiche e artificiali che rilasciano grandi quantità di microplastiche nell’ambiente. Inoltre le fibre della lana assorbono poco gli odori, permettendo di indossare un capo più volte e riducendo il numero dei lavaggi, con un risparmio sull’uso di detersivi e sul consumo di acqua ed elettricità;
  • anallergica: la lana non è un allergene. Il prurito che a volte un maglione può dare deriva dalle fibre grossolane della lana o di altre fibre che sporgono dal tessuto.

Gli utilizzi della lana

La lana, grazie alle sue proprietà, è utilizzata principalmente nell’industria tessile per abbigliamento, coperte, tappeti, tessuti d’arredamento e imbottiture. Spesso viene mescolata con altre fibre come seta, cotone, lino, poliestere o fibre acriliche per migliorarne le caratteristiche o conferire proprietà specifiche.

In ambito edilizio, la lana di pecora viene impiegata come materiale isolante per tetti e pareti, sottoposta a processi di lavorazione simili a quelli per la produzione tessile.

Articoli correlati

fast fashion

Fast Fashion: cosa significa?

Cosa significa Fast Fashion? Il termine “fast fashion” letteralmente significa “moda veloce”. La “moda veloce” ha invaso il mondo dell’industria tessile, rappresentando un fenomeno che va oltre…

Slow fashion

Slow fashion: cosa significa?

Cosa significa slow fashion? Oggi si sente molto parlare di slow fashion, ma cosa significa? La moda sostenibile, o “slow fashion” in italiano, è un approccio alla…

capra cashmere

Cashmere e sostenibilit

Cashmere e Sostenibilità: un binomio possibile per un futuro con stile ed eco-friendly? Il cashmere può essere accoppiato alla parola sostenibilità? Secondo noi sì. Scopriamo come. Il…

Acquisto digitale

La digitalizzazione nel settore della maglieria

Come la digitalizzazione ha cambiato il settore della maglieria Negli ultimi decenni, il mondo digitale ha portato dei cambiamenti significativi nei processi di produzione e nelle strategie…

Guardaroba circolare

Come creare un guardaroba circolare

Guardaroba circolare? Cosa significa e perché è importante Perchè e come creare un guardarobe circolare? Il settore della moda è attualmente orientato a produrre un numero sempre…

Lanaioli a Roma

Lanaioli a Roma dal 4 al 17 dicembre 2023

Roma 4 dicembre 2023. Riceviamo il comunicato stampa del brand Lanaioli che annuncia l’apertura del suo temporary shop a Roma in Via Belsiana 92, in pieno centro,…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *